Zucchiaino

Il rito del caffè rappresenta un momento piacevole della giornata: una brillante prima colazione, una rilassante pausa tra le lunghe ore lavorative, un semplice motivo di svago… Per gustarlo appieno lo zucchero diventa un “ingrediente” fondamentale, ma quanto è piacevole anche intingere un buon biscotto?
Nasce da queste semplici osservazioni un cucchiaino che è biscotto e zucchero insieme: “Zucchiaino”.
Il manico è realizzato con l’impasto del tradizionale tarallo calabrese ed ha così un basso coefficiente di imbibizione che gli permette di resistere per molti secondi nel caffè caldo senza disfarsi, lasciando il tempo per sciogliere lo zucchero. Ha inoltre una gradevole superficie lucida e liscia al tatto che “impreziosisce” l’oggetto. L’estremità concava in biscotto risulta affogata nella coppa in zucchero, che offre al centro un “invito alla rottura” per spezzare la zolletta, permettendo il dosaggio preferito anche per chi ama il caffè più amaro.
Un nuovo strumento, dunque, per gustare appieno un rito che si rinnova.


Dati

tipo: Concorso ad inviti “fooddesign 2”
luogo: galleria OneOff
data: 2003

esposto alla mostra “food design 2” presso i locali “riQuadrilatero”, Torino - 29 maggio

Credits

progetto: ghigos (Davide Crippa, Barbara Di Prete, Manolo Lochis, Francesco Tosi)

chiudi e torna al sito