Carta da paratris

Una carta da parati che interagisce con noi e si riconfigura ad ogni nuovo passaggio.
Un campo da gioco a nostra disposizione per accogliere sfide sempre più avvincenti.
Una parete mutevole che ospita segni, geometrie, colori… conservando tra le sue trame strategie e astuzie, delusioni e soddisfazioni di giorni passati.
Una pagina di diario in scala gigante, per esperienze sempre più stratificate.
Una mappa che racconta di grandi successi e piccole, trascurabili sconfitte. Tracce che parlano di noi, e di un pomeriggio noioso diventato eccitante.
Una carta da parati per conoscere nuovi amici, “ammazzando” il tempo in sala d’attesa.
E quando lo sfondo viene portato in primo piano, i termini si ribaltano, il paradosso prende corpo, i veri attori entrano in scena: è il gioco che diventa texture. E’ l’illecito che si fa estetica.


Dati

tipo: incarico diretto
committente: Jannelli&Volpi
cronologia: 2007

Esposto al Fuori Salone del Mobile presso lo showroom Jannelli&Volpi, la Triennale di Milano e la Design Library a Milano, dal 18 al 23 aprile.

Credits

progetto: ghigos (Davide Crippa, Barbara Di Prete, Francesco Tosi), con Francesca Diotti e Silvia Vismara.

chiudi e torna al sito