Apparecchiare la città@Francoforte

Dall’esperimento “Apparecchiare la città” presentato al Salone del Mobile di Milano nasce la prima collezione del marchio“Lago Maggiore Casalinghi”. Si tratta di una collezione realizzata non da un unico soggetto, ma da una più ampia rete di realtà produttive che rappresentano uno degli storici distretti industriali Italiani. La collettiva, infatti, è stata disegnata da Ghigos Ideas per una serie di aziende di un comparto storico, quello del casalingo, che per la prima volta hanno fatto sistema collaborando insieme ad un progetto unitario, per diffondere un marchio che raccoglie l’eccellenza del settore e promuove il distretto sui mercati internazionali. Ora Lago Maggiore Casalinghi e Ghigos Ideas presentano ufficialmente sul mercato la collezione “Apparecchiare la città” durante la Fiera Ambiente di Francoforte, per continuare il processo di promozione e diffusione di questa operazione innovativa. L’allestimento proporrà ai visitatori una curiosa città di oggetti, un paesaggio “a portata di mano”, una serie di tavoli come isole abitate che accolgono come emergenze degli iconici oggetti-monumento (o sono forse edifici in miniatura?) in uncontinuo gioco di rimandi tra scale diverse: architettura e design, dimensione urbana e domestica, valore allestitivo eculinario.Nello sky-line dei tavoli “urbanizzati” svettano così piatti come case, pentole che simulano piazze o macinapepe che appaiono grattacieli contemporanei dai prospetti sfaccettati. Basta ora osservare una saliera per scoprirla “abitata”…E’ il punto di vista che cambia la realtà e ci fa sperimentare una surreale passeggiata tra gli oggetti, che perdono così la loro valenza puramente funzionale e si scoprono “altro”: sono parti di un mondo solo apparentemente paradossale e diventano scrigno delle nostre emozioni. Non ancora consumatori, non solo possessori, ci ritroviamo così custodi di simulacri che definiscono un nuovo orizzonte urbano e gastronomico.

chiudi e torna al sito