Disegnare l’albero

Scoprire gli alfabeti nascosti dentro gli alberi: svelare le storie contenute nelle loro fronde, visualizzare le foglie come astrazioni verbali, scrivere un ramo, leggere un fiore… Come Munari già ci insegnava, proveremo ad interpretare le varie piante come una libera moltiplicazione di lettere, in un proliferare di alberi-discorsi.

Ogni singola pianta analizzata, scomposta ed astratta, verrà realizzata fisicamente, in scala ridotta o reale, come semplice accostamento di lettere.

Sarà un “monumento alfabetico” all’albero che sarà, un monumento/espositore che ospiterà un vaso per la semina e conterrà anche una riflessione sulla pianta scelta (un “inno”, un ricordo, un omaggio personale).

Ne risulterà un “bosco” artificiale, concettuale, materico ma astratto, tangibile ma allusivo di molteplici significati, che per qualche giorno andrà a colonizzare Naba.

Un “bosco” per ora solo raccontato, in attesa di crescere negli anni…


Dati

tipo: incarico diretto
luogo: NABA Milano
committente: NABA Nuova Accademia di Belle Arti
cronologia: aprile 2011

Credits

progetto: ghigos (Davide Crippa, Barbara Di Prete, Francesco Tosi) con Francesca Grassi

chiudi e torna al sito